Francia

  LA SEGMENTAZIONE TERRITORIALE GEOfocus France

La segmentazione ha riguardato le circa 51.000 IRIS[1] in cui è stato suddiviso il territorio francese durante il Censimento 2007. Sulla base dei dati socio-economici raccolti , le IRIS sono state classificate, con procedure statistiche, in 38 cluster. Ogni IRIS, contenente in media circa 530 famiglie, appartiene quindi ad un solo cluster (segmento).
I 37 segmenti sono stati quindi raggruppati in 12 gruppi sulla base delle loro principali caratteristiche.
Nelle descrizioni seguenti si fa riferimento alle caratteristiche medie di ciascun gruppo o segmento e quindi alla media di migliaia di IRIS.
Quando si parla di “valore massimo” o “valore minimo” si intende il valore più alto, o più basso, che si verifica nei valori medi dei segmenti dei gruppi da A a M, escluse quindi le aree speciali (gruppo S) che rappresentano una quota trascurabile della popolazione.
Quando si parla di “presenza” di un Gruppo o Segmento ci si riferisce ai valori assoluti della sua popolazione mentre quando si parla di “concentrazione” si intende la sua quota relativa (percentuale) rispetto alla popolazione totale dell’area cui ci si riferisce.
[1] Le IRIS (Ilots Regroupés pour des Indicateurs Statistiques) sono delle suddivisioni standard del territorio francese cui vengono riferite molte rilevazioni periodiche.


GRUPPO A – Quartieri alti  7,1% della popolazione   

E’ formato dalle zone abitate da ceto abbiente ed istruito. Le famiglie sono più piccole della media, con molti single ed una popolazione poco più anziana della media.
Ha  elevati livelli di occupazione con altissima la presenza di imprenditori, professionisti e dirigenti. Le famiglie vivono in maggioranza in appartamenti di medio-piccola dimensione. E’ concentrato prevalentemente nell’ Île-de-France (soprattutto il centro di Parigi) nei comuni maggiori di 100.000 abitanti.E’ presente una quota significativa di famiglie che vivono in grandi abitazioni unifamiliari ubicate in zone più periferiche delle maggiori città.

 GRUPPO B – Aree dinamiche   8,4% della popolazione   

E’ un gruppo piuttosto variegato ma formato da zone abitate da popolazione nettamente più giovani della media con un buon livello di istruzione ed un reddito poco inferiore alla media.
Le famiglie hanno una dimensione di poco inferiore alla media ed hanno struttura piuttosto varia: coppie, per lo più con bambini, ma anche single.
La popolazione ha livelli di attività e di occupazione vicini alla media. Il profilo professionale è vario con una certa prevalenza di impiegati e lavoratori dipendenti anche di buon livello. Molti studenti.
Le famiglie vivono in maggioranza in appartamenti di media dimensione in affitto; molti HLM (habitations à loyer modéré) soprattutto nel gruppo più giovane.
E’ presente in tutta la Francia nei comuni  oltre i 10.000 abitanti con una concentrazione nell’ Île-de-France e in Corse.
Compongono il gruppo i seguenti segmenti:

GRUPPO C – Provincia tranquilla    7,9% della popolazione   

E’ formato da zone abitate da popolazione complessivamente più giovane della media e con un livello di reddito ed istruzione  medio-alto.
Le famiglie hanno una dimensione più grande della media e sono formate in buona parte da genitori con bambini.
L’ambiente sociale è misto : lavoratori dipendenti, impiegati, commercianti e artigiani, qualche agricoltore, pochi disoccupati.
Vivono in prevalenza in case unifamiliari, piuttosto grandi, in proprietà costruite in prevalenza dopo il 1974.
E’ diffuso in tutta la Francia  nei comuni sotto i 30.000 abitanti.

GRUPPO D – Ceto medio   8,3% della popolazione 

E’ formato da zone abitate da popolazione con profilo demografico e di reddito vicino alla media e istruzione superiore alla media.Le famiglie hanno una dimensione poco inferiore alla media e sono formate sia da persone sole sia da coppie con o senza bambini.
La popolazione ha discreti livelli di occupazione e prevalgono gli impiegati ,i quadri e comunque i lavoratori dipendenti e salariati.
Vivono in prevalenza in appartamenti di media dimensione,divisi equamente tra proprietà e affitto, costruiti in maggioranza prima del 1974.
E’ presente in tutta la Francia con una prevalenza in Île-de-France e Rhône-Alpes, nei comuni oltre 10.000 abitanti.

GRUPPO E – Aree intermedie   7,9% della popolazione 

E’ formato da zone abitate da popolazione complessivamente poco più anziana della media con un livello di reddito ed istruzione  poco superiore alla media.
Le famiglie sono di media dimensione e formate in maggioranza da coppie con o senza bambini.
Il livello di occupazione è buono con un profilo professionale molto variegato in cui prevalgono gli impiegati,anche di buon livello ma anche lavoratori autonomi e artigiani.
Vivono in prevalenza in abitazioni unifamiliari in proprietà medio-grandi costruite in varie epoche ma specialmente negli anni ’70.
E’diffuso in larga parte della Francia nei comuni tra 1.000 e 30.000 abitanti localizzati per lo più negli hinterland delle città.

 GRUPPO F – Grande provincia   8,3% della popolazione 

E’ formato da zone abitate da popolazione complessivamente poco più anziana della media con un livello di reddito ed istruzione poco più bassa vicini alla media.
Il profilo professionale rispecchia quello medio della Francia con una maggiore incidenza di lavoratori autonomi (commercianti e artigiani).
Le famiglie sono poco più grandi della media e formate in maggioranza da coppie con o senza bambini e single per lo più anziani.
Esse vivono in prevalenza in abitazioni unifamiliari medio-grandi in proprietà sia di recente che di vecchia costruzione.
E’ presente principalmente nei comuni sotto i 10.000 abitanti e diffuso in tutta laFrancia con una certa concentrazione nel Midi e nel Nord-Est.

GRUPPO G – Aree in trasformazione    6,0% della popolazione 

E’ formato da zone abitate da popolazione complessivamente più anziana della media con un livello di reddito più basso della media ed istruzione media.
Il profilo professionale è formato in prevalenza da lavoratori dipendenti, impiegati ed anche operai. Molti i pensionati.
Le famiglie sono più piccole della media e formate per quasi la metà da single, in maggioranza anziani.
Esse vivono in prevalenza in appartamenti di media dimensione, divisi in parti pressoché uguali tra proprietà ed affitto, costruiti prima del 1975.
E’ presente principalmente nei comuni sopra i 10.000 abitanti e nelle aree urbane ed è diffuso in tutta laFrancia con una certa concentrazione nel Midi.
Nel complesso gli indici socio-demografici evidenziano che in queste aree, sono in atto importanti cambiamenti in termini di ricambio di popolazione.

GRUPPO H – Aree rurali 14,0% della popolazione   

E’ formato da zone abitate da popolazione con profilo demografico medio , reddito medio e istruzione poco più bassa.
Le famiglie sono più grandi della media e formate in maggioranza da coppie sposate con o senza bambini. La popolazione ha livelli di occupazione alti : agricoltori, artigiani, lavoratori autonomi , operai , anche con lavori temporanei.
Vivono in prevalenza in grandi abitazioni unifamiliari, in proprietà, costruite in tutte le epoche.
E’ presente principalmente nei comuni  con meno di 5.000 abitanti e diffuso in tutta la Francia ad eccezione del Midi.
 

GRUPPO I – Provincia anziana  11,0% della popolazione   

E’ formato dalle zone abitate da popolazione piuttosto anziana e con caratteristiche di reddito e di istruzione inferiori alla media. Le famiglie hanno dimensione inferiore alla media e sono formate in genere da coppie senza bambini e persone sole.
Il livello di occupazione è poco inferiore alla media : alta concentrazione di agricoltori, artigiani, commercianti , operai. Molti pensionati e stranieri, non solo immigrati.
Vivono in prevalenza in abitazioni unifamiliari medio-grandi, in proprietà, costruite in maggioranza prima del 1975.
E’ presente principalmente nei comuni con meno di 5.000 abitanti e diffuso in tutta la Francia. 

GRUPPO L – Aree semiindustriali   7,8% della popolazione 

E’ formato da zone abitate da popolazione complessivamente più giovane della media con un livello di reddito ed istruzione inferiore alla media.
Le famiglie sono piuttosto grandi e formate in genere da coppie per lo più con bambini.
Il livello di occupazione è discreto pur con un certo livello di disoccupazione: prevalgono operai e impiegati ma il tasso di attività, soprattutto femminile e più basso della media.
La popolazione vive in prevalenza in grandi abitazioni unifamiliari, in proprietà, costruite prima del 1975..
E’ presente principalmente nei comuni con meno di 5.000 abitanti e concentrato nel Nord.

GRUPPO M – Aree disagiate  12,7% della popolazione 

E’ formato da zone abitate da popolazione complessivamente più giovane della media con un livello di reddito ed istruzione  nettamente inferiore alla media.
Le famiglie sono più grandi della media e formate in maggioranza sia da coppie per lo più con bambini che da persone sole, in maggioranza anziani.
Il livello di occupazione è carente (molti sono disoccupati) ed il tasso di attività, soprattutto femminile è basso. Tra gli occupati prevalgono i salariati, soprattutto operai e impiegati.
La popolazione vive in prevalenza in appartamenti di media dimensione,in affitto, per la metà HLM, costruite in maggioranza prima del 1975..
E’ presente principalmente nei comuni con più di 10.000 abitanti e concentrato soprattutto nell’ Île-de-France e nei DOM.

  GRUPPO S – Aree speciali   0,2% della popolazione   

Riguarda sezioni di censimento che hanno solo popolazione in grande maggioranza in comunità (caserme, ospizi, carceri, ecc.) oppure presentano caratteristiche tali da non poter essere classificate.